Google+ Followers

Collaborazione cercasi

Questo Blog accetta di testare qualsiasi prodotto! Seguirà poi dettagliata recensione! Se vuoi che io testi il tuo prodotto o per qualsiasi altra info clicca su "Contattami".

sabato 22 aprile 2017

Bella Lodi, la storia dei formaggi italiani

Bella lodi

Salve amici lettori, dopo quasi un anno di inattività legata ad alcuni cambiamenti della mia vita, di cui se vorrete vi parlerò in altro post, il mio blog risorge dal buio come l'araba fenice dalle ceneri con un post riguardante Bella lodi formaggi italiani senza lattosio.
Circa 2 settimane fa mi è stata inviata una modesta campionatura di prodotti che nel corso dei giorni a seguire ho utilizzato in diverse preparazioni.
innanzitutto vi mostro quanto ho ricevuto...


Nella mia scatola molto disastrata come potete vedere c'erano un sacchetto di formaggio grattugiato  Bella Lodi ed una scatolina trasparente con la raspadura lodigiana, deliziosi petali di formaggio molto sottili.
con questi mi sono cimentata nella preparazione di diverse cose...

Innanzitutto una gustosa e stagionale frittata con gli asparagi. Asparagi rigorosamente trovati durante passeggiate in montagna.
Ingredienti molto semplici ma fondamentali per la mia ricetta ovvero


Formaggio grattugiato Bella Lodi
Uova (1 media a persona più o meno)
Asparagi a piacere
Pepe a piacere
Sale q.b.
Procedimento ancora più semplice.
soffriggete brevemente gli asparagi in 3-4 cucchiai di olio EVO poi versateci sopra le uova sbattute con il formaggio il sale ed il pepe. Cuocete bene da entrambi i lati, accompagnate con un paio di fettine di pane fresco e mangiareeeeee!!!


Come seconda ricetta ho provato a rifare i carciofi imbottiti:
Occorrente?


Naturalmente carciofi belli grandi "le mammole"
formaggio grattugiato Bella lodi
pane raffermo ammollato con un pò di latte
Guanciale se vi piace
Un paio di uova
Pepe a piacere 
sale q.b.

Per prepararli sarà necessario mondare i carciofi e metterli per almeno un'ora in acqua acidulata da succo di limone. Dopodichè riempiteli con la farcia ottenuta unendo pane ammollato, uova, guanciale, sale, pepe e formaggio. Poggiarli in una casseruola capiente e lasciarli cuocere con un paio di mestoli di brodo vegetale, Quando il brodo sarà ritirato girarli e farli dorare in superficie con un filo d'olio caldo

Utilizzando questi prodotti potrei dire essenzialmente che li consiglio alle persone che vogliono gustare formaggio ma che non possono assumere lattosio per scelta o intolleranza.


Spero di esservi stata utile, non dimenticate di condividere e commentare questo post e sopratutto
inserire un “like alla pagina Facebook:
https://www.facebook.com/bellaLodi
e
https://www.facebook.com/raspadura